Scopri il Salento: l'artigianato salentino

img

Durante una passeggiata per le vie di un centro storico di qualunque paesino o cittadina del Salento, non è difficile imbattersi in qualche piccola bottega in cui i veri e propri "maestri del mestiere" lavorano con passione e abilità incredibili, i materiali più disparati, come cartapesta, terracotta e pietra leccese. Ma l'artigianato salentino si esprime in diverse forme, in cui materiali rudi come il ferro, o poveri come i giunchi intrecciati, trovano le più alte espressioni artistiche.

Il Sud Salento pullula di varie attività artigianali. Molto diffusa è la produzione di tessuti e di ricami, nonché di merletti e pizzi di ottima fattura. La lavorazione della terracotta è diffusa un po' in tutto il Salento: piatti, scodelle, pignate, vasi si producono da Nardò a Gallipoli, da Cutrofiano a Ruffano. La lavorazione della terracotta non si limita alla produzione di oggetti per la casa, ma anche di giochini come fischietti, campanelle, e dei "pupi" che continuano ad animare i presepi.

img
img

Famosissima anche la lavorazione della cartapesta leccese: conosciuta sin dalle antiche civiltà, introdotta poi dagli Arabi nell'occidente, qui si perfeziona una insolita tecnica di carta pestata, poltiglia macerata, fuoco. Lecce documenta, sin dal XVII sec., una ininterrotta produzione che guadagnava, nelle grandi mostre internazionali d'arte sacra, medaglie d'oro e riconoscimenti dai Sovrani d'Europa.
Ancora oggi la cartapesta si lavora in antiche e nuove botteghe, ed è oggetto di esportazione.